Preparazione Atletica e Kick Boxing

Il corso è stato pensato come Preparazione Atletica alla Kickboxing, ma è aperto anche ad altri/e che vogliano prepararsi ad altre attività o semplicemente migliorare la propria condizione fisica. Questa disciplina è considerata una delle più efficaci, perché permette di raggiungere numerosi obiettivi: innanzitutto un ricondizionamento graduale, garantendo l’ottenimento di benefici a 360° in tempi brevi. Inoltre, seguendo il corso di Preparazione Atletica, migliorerà la capacità cardio-polmonare, la mobilità articolare, la flessibilità e la resistenza.
Il tutto è inserito in un motivante e coinvolgente contesto di gruppo.

APPROFONDIMENTO:
Il corso ha inizio a settembre, con un periodo di preparazione generale di 5 giorni di allenamento consecutivi di cui 4 all’aperto e uno all’interno della struttura. Questi giorni permetteranno alle persone di arrivare gradualmente ad un riadattamento muscolo-tendineo-articolare, anche con l’obiettivo di aumentare la resistenza muscolare e cardio-polmonare.
Terminato questo periodo preparatorio, si inizia con le consuete lezioni in sala sudivise in due sedute settimali, che verranno svolte durante l’anno seguendo una attenta programmazione e periodizzazione degli allenamenti (Macrociclo-Mesociclo-Microciclo).
Verranno curate tutte le componenti muscolari (forza, esplosività, velocità) e organiche (resistenza aerobica, anaerobica, specifica). L’allenamento sarà variato a seconda della qualità specifica da sviluppare, con l’utilizzo di vari attrezzi quali manurbi di sovraccarico, body bar, corde e soprattutto lavoro a peso corporeo (bodyweight), in modo tale da dare ai praticanti una preparazione atletica a 360° che permetterà loro di raggiungere più facilmente gli obiettivi prefissati.

Al termine della fase di preparazione atletica, inizia la lezione di Kickboxing: un moderno e dinamico sport da contatto da combattimento. L’approcio iniziale è definito amatoriale, infatti acquisirai le basi tecniche di questa attività, che ti porteranno ad un livello intermedio, in cui entreremo nel vivo dell’insegnamento della disciplina con l’utilizzo delle protezioni (guantoni, calzari paratibia) senza però addentrarci nel combattimento.
La fase sucessiva (intermedio-avanzata) è quella in cui, una volta alla settimana, effettuerai dei combattimenti con le altre persone del gruppo (contatto leggero), così da poter mettere in pratica quanto acquisito nelle fasi precedenti.
L’ultima fase è definita agonistica ed hanno acceso solo coloro che hanno raggiunto un buon livello tecnico-atletico e che hanno intenzione di disputare competizioni ufficiali o di fare da sparring ai compagni durante gli allenamenti e i combattimenti preparatori in palestra.
La Kickboxing è uno sport da combattimento dinamico e completo, che unisce tecniche di pugno (diretto, montante, gancio) e di calcio (frontale, laterale, circolare e altri).
Questa attività è indicata per donne e uomini, senza limiti di età. Consente di raggiungere una buona forma fisica, sviluppare resistenza, coordinazione ed equilibrio, acquisire competenze per una difesa personale, migliorare l’autostima e imparare a collaborare con il team.
Inoltre, gli esami di cintura permettono di porsi degli obiettivi graduali e raggiungibili.

APPROFONDIMENTO:
La Kickboxing è composta dalle varie discipline spiegate di seguito.
Semi Contact: si combatte in un’area segnata da un Tatami di 8X8 m. Il combattimento tra due atleti/e viene interrotto dall’arbitro ogni qualvolta uno/a dei due riesce a portare a segno una tecnica, a cui viene assegnato un punteggio.
Light Contact: si combatte in un area segnata da un Tatami di 8X8 m. In questo tipo di combattimento viene dato spazio all’esecuzione della tecnica, oltre che all’efficacia della stessa. Queste tecniche devono essere usate con potenza limitata. Il combattimento è continuo, senza interruzioni sulle tecniche portate. Il contatto leggero e l’ampio spazio assicurano la spettacolarità dell’incontro. L’incontro si vince per i punti acquisiti.
Full Contact: si combatte in un ring, tipicamente quello della boxe tradizionale. Gli atleti si affrontano sfoggiando tutta la loro capacità tecnica e potenza nel colpire l’avversario. Non è valido colpire sotto la cintura. Qui possiamo assistere anche a veri e propri K.O.
Low Kick: si combatte in un ring ed è una variante del Full Contact. Gli atleti si affrontano esibendo tutta la loro capacità tecnica e potenza nel colpire l’avversario. In questo tipo di combattimenti sono consentiti i calci circolari bassi sulle cosce dell’avversario, e questo rivoluziona tutta l’impostazione tecnica e tattica del combattimento. L’efficacia di questi calci pregiudica la stabilità dell’atleta che li subisce. Anche in questo caso possiamo assistere anche a veri e propri K.O.
K1-Style: si combatte in un ring, questa branca dell’attività nasce con l’intento di mettere a confronto varie discipline di combattimento con l’utilizzo delle regole simili a quelle del Full Contact e della Low Kick, con la possibilità, come nel Muay Thay, di utilizzare le ginocchiate e il clinch (prese- bloccaggi). Anche in questa disciplina, l’incontro è finalizzato a cercare di portare l’avversario al KO.

Inoltre, gli esami di cintura permettono di porsi degli obiettivi graduali e raggiungibili.

APPROFONDIMENTO:

La Kickboxing è composta dalle varie discipline spiegate di seguito.
Semi Contact: si combatte in un’area segnata da un Tatami di 8X8 m. Il combattimento tra due atleti/e viene interrotto dall’arbitro ogni qualvolta uno/a dei due riesce a portare a segno una tecnica, a cui viene assegnato un punteggio.
Light Contact: si combatte in un area segnata da un Tatami di 8X8 m. In questo tipo di combattimento viene dato spazio all’esecuzione della tecnica, oltre che all’efficacia della stessa. Queste tecniche devono essere usate con potenza limitata. Il combattimento è continuo, senza interruzioni sulle tecniche portate. Il contatto leggero e l’ampio spazio assicurano la spettacolarità dell’incontro. L’incontro si vince per i punti acquisiti.

Full Contact: si combatte in un ring, tipicamente quello della boxe tradizionale. Gli atleti si affrontano sfoggiando tutta la loro capacità tecnica e potenza nel colpire l’avversario. Non è valido colpire sotto la cintura. Qui possiamo assistere anche a veri e propri K.O.

Low Kick: si combatte in un ring ed è una variante del Full Contact. Gli atleti si affrontano esibendo tutta la loro capacità tecnica e potenza nel colpire l’avversario. In questo tipo di combattimenti sono consentiti i calci circolari bassi sulle cosce dell’avversario, e questo rivoluziona tutta l’impostazione tecnica e tattica del combattimento. L’efficacia di questi calci pregiudica la stabilità dell’atleta che li subisce. Anche in questo caso possiamo assistere anche a veri e propri K.O.

K1-Style: si combatte in un ring, questa branca dell’attività nasce con l’intento di mettere a confronto varie discipline di combattimento con l’utilizzo delle regole simili a quelle del Full Contact e della Low Kick, con la possibilità, come nel Muay Thay, di utilizzare le ginocchiate e il clinch (prese- bloccaggi). Anche in questa disciplina, l’incontro è finalizzato a cercare di portare l’avversario al KO.

 

Lunedì
-
90 minuti, il corso non è attivo nel periodo estivo

Mercoledì
-
60 minuti, il corso non è attivo nel periodo estivo